Tōkyō approva le unioni LGBT

da | 21 Dicembre 2021 | News, società

Tōkyō approva le unioni LGBT. È ufficiale la notizia di pochi giorni fa, che segna un importantissimo passo avanti nella lotta per l’uguaglianza per le coppie dello stesso sesso.

La governatrice della città, Yuriko Koike, ha dichiarato all’agenzia di stampa Kyodo che, da aprile del prossimo anno, unirsi civilmente sarà possibile in tutta la capitale. La popolazione giapponese ha accolto la notizia dividendosi in due fazioni. Da una parte c’è chi ha festeggiato, dall’altra chi è rimasto piuttosto critico. Le agevolazioni fiscali, ad esempio, non sarebbero le stesse delle coppie etero sposate.

Tokyo approva le unioni LGBT

Tōkyō rainbow parade [WikimediaCommons]

L’omosessualità è legale in Giappone dal 1880, tuttavia, il forte tabù che ancora la circonda, non permette di poter ottenere una completa parità di diritti. L’essere gay in Giappone è ancora associato ad una visione molto caricaturale dell’uomo di spettacolo che si traveste da donna. Quella femminile invece è ancora nascosta e gode di una scarsa visibilità. Questi sono i principali problemi che insieme ad un basso tasso di coming out in famiglia o sui luoghi di lavoro rendono difficile il riconoscimento legale delle coppie gay.

Lentamente però qualcosa sta cambiando. Da diversi anni, infatti, sempre più governi locali sparsi in tutta la nazione stanno consentendo alle coppie dello stesso sesso di poter registrare legalmente la propria relazione. I primi ad istituire un registro per le coppie di fatto sono stati alcuni quartieri di Tōkyō , tra i quali Shibuya, dando un forte esempio al resto della nazione. La decisione del governo metropolitano di Tōkyō sarà dunque d’esempio per tutto il Giappone.

Fonte: Cnn.com

0 commenti

Leggi anche

Altre pubblicazioni

Miyazaki torna in teatro

Miyazaki torna in teatro

Miyazaki torna in teatro con la rappresentazione teatrale dell'opera Nausicaa della valle del vento. L'opera aveva già debuttato nei teatri Kabuki...