Lo Enryakuji aprirà la sua leggendaria sala dopo 1200 anni

da | 24 Novembre 2021 | News

Il tempio di Enryakuji aprirà al pubblico le porte della sua leggendaria sala principale, la Kaidan-in, per la prima volta nei suoi 1200 anni di storia. La sala principale del tempio, che si trova sul monte Hieizan, nella prefettura di Shiga, è considerata dal governo giapponese “Importante proprietà culturale”. L’opportunità di visitare la sala fa parte di una serie di grandi celebrazioni per la morte del monaco fondatore del tempio, Saichō. Queste celebrazioni prendono il nome di “Daionki”. Saichō ricevette l’autorizzazione imperiale a costruire il tempio il giorno prima della sua morte. Il pubblico potrà visitare la sala fino al 12 Dicembre. I viali apriranno dalle 9 del mattino alle 4 del pomeriggio (dalle 9.30 alle 15.30 a Dicembre). Anche la pagoda dello Enryakuji, la Hokke Sōji-in Tōdō, aprirà le porte al pubblico durante questo periodo.

“Kaidan-in è una sala particolarmente importante e potrebbe essere l’ultima opportunità di aprirla al pubblico. Speriamo che i visitatori sentano i pensieri del grande maestro nell’occasione dell’anniversario Daionki.

ha detto Gyokai Imadegawa, direttore del culto dello Enryakuji.

Il tempio Enryakuji

Il tempio Enryakuji Fonte: Wikimedia Commons 

Visitare la leggendaria sala dello Enryakuji: un’occasione irripetibile

Nella Kaidan-in si tiene un rito annuale, in cui i membri della Scuola di Buddhismo Tendai vengono ordinati come monaci. Il fatto che lo Enryakuji aprirà la leggendaria sala è un evento davvero eccezionale: persino i monaci possono entrare nell’edificio una sola volta nella vita.

La sala Kaidan-in fu ricostruita nel 1678 dopo essere stata distrutta dalle fiamme nel 1571, insieme ad altri templi Buddhisti, durante l’assedio di Hieizan, ad opera del signore della guerra Oda Nobunaga. Per visitare la Kaidan-in, i visitatori devono acquistare un biglietto speciale, con il quale è anche possibile accedere ad una mostra in un’altra sala del tempio. Il costo del biglietto varia da adulti a studenti di scuole superiori, medie ed elementari.

Fonte:

The Asahi Shimbun

0 commenti

Leggi anche

Altre pubblicazioni