Viaggio in Giappone: cosa mettere in valigia?

da | 11 Maggio 2021 | Articoli, turismo

Quest’anno di pandemia ci ha costretti a restare con i piedi per terra, limitandoci negli spostamenti, nei voli da prendere o nelle gite fuori porta. Tuttavia, non appena le frontiere riapriranno, la prima meta da visitare (o, per i più fortunati, rivedere) sarà a mio avviso il Giappone.

Veniamo al tasto dolente che affligge ogni viaggiatore prima di una partenza, ovvero quello della preparazione della valigia. Come spesso accade, infatti, prima di un viaggio siamo letteralmente tormentati da mille dubbi. Quanti di voi si saranno chiesti almeno una volta: cosa dovrò portare? Avrò messo tutto il necessario? E se dimenticassi qualcosa, potrei acquistarlo sul posto?

Nel settembre 2018 ho avuto la possibilità di stare due settimane nel Sol Levante, visitando principalmente le città di Tōkyō e Kyōto. In questo articolo vi darò alcuni consigli che spero possano esservi utili nella preparazione della valigia per il vostro viaggio in Giappone.

 

Cosa non deve mancare nella tua valigia?

Prima di un viaggio, controllate assolutamente che non manchino alcuni oggetti fondamentali. Vi farò qui sotto un elenco di cose che, per comodità e sicurezza, sarà bene che portiate con voi, in borsa o in uno zainetto.

  • Passaporto e carta d’identità: mi raccomando, controllate che siano validi fino alla data del vostro rientro!
  • Carte di credito: prima della partenza vi consiglio di accertarvi presso la vostra banca che siano abilitate per essere utilizzate all’estero.
  • Assicurazione sanitaria di viaggio: accertatevi di averne una copia con voi, perché in Giappone la sanità è privata, quindi è meglio esserne equipaggiati!
  • Biglietti e carte d’imbarco (voli, hotel, ecc.): per stare tranquilli, vi consiglio di tenerli (oltre che sul vostro smartphone) anche in formato cartaceo. Infatti, se il telefono dovesse scaricarsi o non foste dotati di connessione internet, la carta stampata sarà fondamentale!
  • Guida con cartina delle metro e piccolo frasario in giapponese: vi suggerisco di portare una mappa delle città che visiterete ed eventuali appunti presi prima della partenza. Inoltre, dato che i giapponesi masticano poco l’inglese, avere con voi una raccolta di frasi pronte all’uso potrebbe esservi d’aiuto.
  • Abbonamenti per mezzi di trasporto: se avete intenzione di girare più città o visitare luoghi distanti tra loro vi consiglio di usufruirne. Per muovervi con i treni potrete richiedere il Japan Rail Pass, e per viaggiare sulle metro è molto comoda la tessera prepagata Suica.
  • Valuta e cambio: partire con gli yen dall’Italia oppure no? Personalmente preferisco sempre portare con me un po’ di contanti della valuta del Paese che andrò a visitare. In previsione del viaggio vi suggerisco di tenere d’occhio i tassi di cambio, così da capire quando saranno più vantaggiosi per noi. Consiglio anche di rivolgervi alla vostra banca di fiducia per avere un parere esperto. In ogni caso non preoccupatevi troppo: in Giappone non avrete di certo problemi a reperire uno sportello ATM per prelevare del denaro!

 

Yen per viaggio in Giappone

I contanti in tasca fanno sempre comodo per un viaggio in Giappone (Senad Palic on unsplash)

 

Consigli per il volo

E per il volo in aereo? Il Giappone non è proprio dietro l’angolo e le ore che passerete in alta quota sono molte.
Ecco allora qualche consiglio per aiutarvi a rendere più confortevole il viaggio.

  • Copertina o uno scialle/sciarpone: spesso in aereo fa freddo e le coperte fornite dal personale potrebbero non essere sufficienti a scaldarvi.
  • Ciabatte (non scherzo!): Non pensate nemmeno di tenere le scarpe ai piedi durate tutte quelle ore di volo!
  • Cuscino da collo: immancabile per dormire durante un lungo viaggio.
  • Borsa con essenziali: vi sarà utile tenere a portata di mano una borsa o uno zaino con all’interno il caricabatterie del cellulare ed eventuali medicinali. Chi soffre di mal d’aereo potrebbe averne bisogno!

 

Viaggio in aereo

Suhyeon Choi on Unsplash

 

Cosa portarsi per un viaggio in Giappone?

Se aveste necessità di comprare una valigia, vi consiglio quelle a 4 ruote, comode da trascinare sia in strada, sia sui mezzi di trasporto. Cercate di partire “leggeri”, così che al ritorno non avrete problemi a sistemare nel bagaglio gli acquisti che farete durante il viaggio.

Se avete bisogno di consigli su cosa inserire in valigia, o siete indecisi su qualche oggetto, niente panico! Vi propongo una lista che vi aiuterà nella scelta.

 

Vestiario

L’abbigliamento dipende molto dalla stagione in cui viaggerete, ma alcune cose non possono essere lasciate a casa indipendentemente dal periodo.

  • Scarpe comode: in Giappone si cammina (e tanto!), quindi portate scarpe da ginnastica che sapete esservi davvero comode! Inoltre, in moltissimi templi e monumenti non vi sarà permesso tenere le scarpe, perciò potreste valutate di indossare quelle senza lacci, più pratiche da sfilare.
  • Calzini: come accennato sopra, vi capiterà spesso di camminare senza scarpe, quindi consiglio calzini dai colori poco appariscenti o magari a tinta unita. Presentarsi con calze bucate o rovinate non è cosa gradita. Anche un buon deodorante per calzature potrebbe esservi utile, soprattutto nei mesi più caldi.
  • Foulard/sciarpa leggera: fate attenzione all’aria condizionata nei centri commerciali o sui mezzi pubblici. Avere un foulard a portata di mano potrebbe salvarvi da un mal di gola o addirittura dal torcicollo!
  • Abbigliamento estivo e creme solari: vi consiglio di indossare vestiti larghi, comodi e di tessuti traspiranti; qualche t-shirt in più potrebbe esservi utile. Non dimenticate occhiali da sole, crema solare, deodorante e salviettine umidificate.
  • Vestiti per le restanti stagioni: vale la regola del “vestirsi a cipolla”. Gli sbalzi termici tra luoghi aperti e chiusi, come musei, locali, o metropolitane, sono molto forti anche in inverno: non sottovalutateli! Preferite vestiti che non occupano molto spazio in valigia. Suggerisco anche di portare un k-way per ripararvi al meglio dalla pioggia e dal vento.
  • Buste trasparenti: potrete utilizzarle per riporre le scarpe o i panni sporchi, perciò portatene qualcuna di scorta.

 

Bagagli per viaggio in Giappone

Valigie per il viaggio in Giappone (tookapic on Pixabay)

 

Elettronica

In Giappone la corrente è a 110/120V e le prese elettriche sono diverse da quelle italiane. Ricordatevi quindi che tutti gli oggetti che richiedono di essere caricati (cellulare, macchina fotografica, phon, ecc.) necessiteranno di un adattatore. Si trovano anche in loco, ma sono facilmente reperibili a bassi prezzi online, perciò suggerisco di procurarveli in anticipo.

Non dimenticate allora:

  • caricabatterie del cellulare;
  • macchina fotografica (e relativo caricatore);
  • presa elettrica multipla: è molto utile perché vi permetterà di caricare più oggetti contemporaneamente;
  • caricabatterie esterno (Powerbank): eviterete così di rimanere con il cellulare scarico durante una gita fuori porta;
  • selfie stick: potrete divertirvi a immortalarvi ovunque vogliate;
  • pocket wifi (da ritirare al vostro arrivo): un piccolo router portatile grazie al quale sarete sempre connessi alla rete internet;

 

Smartphone per foto in Giappone

In Giappone ce ne sono di cose da fotografare! (Sebastian Sammer on Unsplash)

 

Medicinali

Il mio consiglio è quello di portare con voi i medicinali essenziali dall’Italia, così che eviterete di districarvi tra i kanji delle farmacie nipponiche! Questi i medicinali che non possono mancare:

  • fermenti lattici;
  • antipiretici;
  • antidolorifici;
  • medicinali per malori allo stomaco, nausea o problemi intestinali;
  • integratori di sali minerali;
  • cerotti;
  • occorrente per le lenti a contatto (se le utilizzate);
  • igienizzante per le mani;
  • spazzolino e dentifricio;
  • occorrente antizanzare (spray e antiprurito).

Se soffrite di qualche allergia o intolleranza, non dimenticate antistaminici o medicinali ad hoc. Fate però attenzione che alcuni stimolanti presenti nei farmaci per allergie sono vietati in Giappone; vi consiglio in questo caso di chiedere all’Ambasciata prima della partenza. Se avete invece patologie croniche, rivolgetevi al vostro medico di fiducia.

Un’ultima dritta: se la vostra permanenza fosse superiore a un mese e prevedete di portare con voi un elevato quantitativo di medicinali, compilate il cosiddetto Yakkan Shōmei (薬監証明). Per ottenerlo è necessario che vi rivolgiate ancor prima di partire all’Ispettorato Farmaceutico dell’aeroporto in cui atterrerete; una volta arrivati lo consegnerete ai funzionari della dogana.

 

tokyo incrocio di Shibuya

Il famoso incrocio di Shibuya (sofi5t on PixaBay)

 

Concludo con un ultimo consiglio: quando preparate la vostra valigia per il Giappone, portate con voi anche un diario di viaggio dove annotare le vostre impressioni e parlare dei luoghi che vi hanno colpito. Tutt’al più potrete utilizzarlo per conservare i timbri che troverete ovunque. Dovete sapere infatti che le stazioni ferroviarie, i monumenti più famosi e i templi hanno un proprio timbro da poter “collezionare”.

Ora siete davvero pronti. Nell’attesa della riapertura delle frontiere, aspettando di tornare presto a viaggiare, spero che questo vademecum vi sia stato utile!

Per aiutarvi nell’organizzazione del vostro viaggio vi lascio anche alcuni link da consultare:

Viaggiare sicuri

Ambasciata d’Italia Tōkyō

Japan Travel

 

Revisione a cura di Silvia C.

Autore: <a href="https://hanabitemple.it/author/jessica-valli/" target="_self">Jess</a>

Autore: Jess

Innamorata fin da piccola degli anime giapponesi, ha scoperto di amare profondamente questo Paese durante gli anni dell'università. Divoratrice di libri, appassionata d'arte scrive per Hanabi di una delle sue più grandi passioni: il viaggio.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi anche

Altre pubblicazioni